Da ritagli di stoffa può nascere un vestito

Ri-Uso, Ri-Ciclo Creativo, sono termini che vengono usati sempre più spesso, e sempre più creativi si dedicano alla realizzazione di oggetti che nascono utilizzando materiali di recupero o di scarto, dagli accessori come bijoux, borse, pochette, portafogli ecc., a oggetti per la casa, fino ai vestiti. Menti molto creative sono state in grado di creare abiti di carta, vere e proprie sculture da ammirare con stupore, ma anche abiti realizzati con sacchi di juta, sacchi neri della spazzatura, bicchieri di plastica, abiti decorati con la pasta e così via. Sono vere e proprie opere d'arte, alcune di un'armonia e di una perfezione straordinaria che lasciano senza parole, come quest'abito di Gary Harvey, ex direttore creativo e designer per Levi Strauss e Dockers Europe.

Sono affascinata dalle capacità e dalla creatività di designer come Harvey e spesso ho pensato di cimentarmi anch'io nella realizzazione di capi eco-sostenibili, ma al momento non ho creato ancora niente di simile, o forse si, ma senza utilizzare materiali così particolari come la carta.

Da quando ho aperto bottega ho iniziato a collezionare innumerevoli ritagli e scarti di tessuto di ogni genere, ormai non so più dove metterli, ma non riesco a buttarli perché mi dico sempre che "prima o poi a qualcosa serviranno". Ed in effetti è proprio così, il più delle volte utilizzo gli scarti per realizzare borse o pochette, ma a volte possono nascere persino degli abiti.

Diverso tempo fa, ho deciso di togliermi uno sfizio, realizzare un abito che avevo disegnato ai tempi del liceo. Questo!

Risultato: una pessima idea. L'ho fatto sfilare, l'ho messo in vetrina, ho ricevuto diversi complimenti, ma più lo guardavo e meno mi convinceva. Il taglio obliquo dell'orlo non mi piaceva, così come la goccia troppo profonda.

Decisamente esagerato per il mio attuale stile, un giorno ho deciso di modificarlo e da vestito audace e forse fin troppo sensuale, è diventato un abito portabile, sempre sensuale, ma anche sbarazzino, che ho venduto poco tempo dopo.

Dalla realizzazione della prima versione dell'abito, era avanzato del tessuto che ovviamente ho conservato anche perché in pura seta, e dopo averlo accorciato, ho recuperato altro tessuto che volevo assolutamente ri-utilizzare.

Per creare un abito nuovo però, quel tessuto non era sufficiente, così rovistando tra gli scarti di stoffa ho trovato quello che mi serviva: un avanzo di cady in seta beige, che col rosso si sposava alla perfezione.

Ed è così che da veri e propri ritagli di tessuto che avrei potuto tranquillamente buttare, è nato questo vestito...

Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Instagram Social Icon

Atelier Nunù Studio di Nunzia Mortati @2016-2020 | P.IVA 03199190780 | Via San Giovanni Crisostomo, 7 - Firmo (Cs) | 0981 940577

  • w-facebook
  • Instagram - Grey Circle